Informacun

InFormaCUN - 263

InFormaCUN

Resoconto n. 263 – Adunanza del 18, 19 e 20 febbraio 2020

 

COMUNICAZIONI 

L’1 marzo la Consigliera Anna Rita IACOPINO decadrà dal ruolo di rappresentante per la fascia dei Ricercatori per l’Area 12 – Scienze giuridiche, per avanzamento in ruolo. Anche il Consigliere Sebastiano IMPOSA, rappresentante per la fascia dei Ricercatori per l’Area 04 – Scienze della terra, è stato chiamato dal suo Ateneo come Professore Associato, ma poiché ciò avviene durante suo ultimo anno di mandato al CUN egli non decadrà dal ruolo.

  

RINNOVO PARZIALE DEL CUN (Aree 06, 08 e 14): FIRMA DEL DECRETO DI NOMINA  

Il Ministro Gaetano MANFREDI ha firmato il decreto di nomina dei Consiglieri eletti lo scorso 16 gennaio per il rinnovo parziale del CUN. Si tratta di Massimo RALLI (Ricercatore area 06),  Filippo ANGELUCCI (Ricercatore area 08) e Consuelo CORRADI (Professoressa Ordinaria Area 14) 

 

AUDIZIONI DI ESPONENTI DELLE COMUNITA’ SCIENTIFICHE E ACCADEMICHE

Nell’ambito degli incontri con esponenti delle comunità accademiche e scientifiche, è intervenuto, per l’Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche - Roberto CUBELLI, Professore Ordinario di Psicologia generale presso l’Università di Trento. Il tema da lui affrontato – La valutazione della ricerca 2010-2019. Percorsi, promesse, delusioni: bilancio di un decennio – ha fornito l’occasione per un confronto sui temi della valutazione della ricerca.

 

ANALISI DEGLI ORDINAMENTI DIDATTICI DI ATENEO

Il CUN, attraverso l’attività istruttoria della Commissione III - Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Formazione universitaria, ha approvato le riformulazioni degli ordinamenti didattici dei corsi di studio di nuova istituzione effettuate dagli Atenei sulla base delle richieste loro pervenute dal Consiglio.

 

MOZIONE IN MERITO ALLE PREVISIONI CONTENUTE NEL DL 162/2019 RELATIVE AL SISTEMA UNIVERSITARIO (RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO DI CUI ALL'ART. 24, C. 3 LETTERA B) E RICERCATORI A TEMPO INDETERMINATO). 

Il CUN, giudicando non adeguato per le esigenze del sistema universitario il pur apprezzabile piano straordinario per l’assunzione di 1600 RTDb inserito nel decreto "Milleproroghe", con un investimento previsto di 95.5 ML €, e del tutto insufficiente il finanziamento di 15 ML € riservato ai RTI in possesso di ASN, commisurato a circa 1000 RTI, perché non consente la progressione di carriera dei 4200 ricercatori ad oggi abilitati e perché eccessivamente dilatorio, ha approvato il testo di una mozione. Chiede un più consistente piano di reclutamento di RTDb, stabile e continuativo negli anni, oltre a un intervento legislativo che, attraverso un congruo e immediato finanziamento, attribuisca ai RTI che conseguono l’ASN il diritto di essere valutati ai fini della chiamata nel ruolo dei professori di seconda fascia ex art.24, c.6 della l. 240/2010, analogamente a quanto previsto dall’art.24, c.5.

  

INTERVENTO DEL MINISTRO PROF. Gaetano MANFREDI

Nel corso della sua partecipazione alla seduta del 18 febbraio, il prof. MANFREDI, dopo un intervento introduttivo concernente le priorità del suo Ministero e nel corso del quale ha anche riconosciuto la peculiarità del CUN, per la sua natura di organismo rappresentativo delle discipline,  anche in relazione ai quesiti che gli sono stati posti dai coordinatori delle cinque Commissioni permanenti,  è intervenuto sui seguenti temi, presentando all’Aula le posizioni del MUR e lo stato delle decisioni prese e ancora in corso: le politiche sul reclutamento, con particolare riferimento all’accesso al ruolo; i regolamenti adottati dagli Atenei in materia di selezione e valutazione dei Professori di prima e di seconda fascia; le chiamate dirette; i provvedimenti relativi ai ricercatori a tempo determinato di tipo b); la revisione della classificazione dei saperi in relazione alla valutazione della ricerca e alla struttura dell’offerta formativa; la revisione delle classi di corsi di studio, anche in relazione alla necessità di una innovazione dei contenuti e dei metodi della didattica; l’orientamento; gli stanziamenti previsti per il passaggio al ruolo di PA per i Ricercatori a tempo indeterminato; lo stato del finanziamento pubblico all’università; il rafforzamento della dimensione internazionale delle università; il bando per la VQR; la formazione degli insegnanti; il dottorato di ricerca.

  

ATTIVITA’ CONSULTIVE 

Sono state esercitate le funzioni consultive dell’organo. Tra queste, i riconoscimenti di titoli accademici pontifici; i riconoscimenti di servizi pre-ruolo prestati all’estero; i riconoscimenti delle corrispondenze delle posizioni accademiche ai fini delle chiamate dirette e delle ammissioni alle selezioni degli atenei; la valutazione di titoli esteri ai fini dell’equivalenza con titoli italiani; i riconoscimenti dei dottorati di ricerca o analoga qualificazione accademica; i pareri sulle richieste di passaggio di SSD.