Consigliere del CUN
Foto: Prof.ssa Carla Bagna
Prof.ssa Carla Bagna
Consigliere
  • Data di nascita: 01/07/1973
  • Luogo di nascita: Casale Monferrato (AL)
  • Luogo di residenza: Frassineto Po (AL)
  • Università: Università per Stranieri di Siena
  • Indirizzo e recapiti: Università per Stranieri di Siena, piazza Rosselli 27-28, Siena - tel. 0577 240142, bagna@unistrasi.it
  • Qualifica: Prof. Associato

Biografia

 

Laurea in Lingue e Letterature Straniere conseguita presso l'Università degli Studi di Pavia (1998)

Dottorato di Ricerca in Linguistica e Didattica dell'Italiano a Stranieri conseguito presso l'Università per Stranieri di Siena (2002)

Assegnista di Ricerca (giugno 2002 - giugno 2005)

Ricercatrice nel settore L-LIN/02 nel periodo giugno 2006 - maggio 2014 presso l'Università per Stranieri di Siena e poi, dal 2 maggio 2014, prof. Associato in L-LIN/02 presso la stessa Università. 

Autrice e coatrice di oltre 90 pubblicazioni, presente in diversi convegni internazionali. 

È componente delle seguenti società scientifiche: SLI (Società di linguistica Italiana), GISCEL (Gruppo di intervento e studio nel campo dell’educazione linguistica), Gruppo sulla Comunicazione Parlata, DILLE (Società italiana di didattica delle lingue e linguistica educativa), EALTA (European Association for Language Testing and Assessment); ILTA, Intenational Language Testing Association, AITLA (Associazione Italiana di Linguistica Applicata). 

Le attività di ricerca si orientano prevalentemente nelle seguenti direzioni:

- attività che hanno come oggetto di ricerca l’acquisizione e l’apprendimento delle lingue e in particolare dell’italiano L2, il suo insegnamento in Italia e nel mondo. Oggetto di analisi sono sia lo sviluppo della competenza linguistico-comunicativa (con particolare attenzione ai tratti che contraddistinguono il parlante quasi-nativo dell’italiano L2) e la sua misurazione e valutazione, sia l’impatto delle politiche linguistiche nazionali ed europee nella programmazione di percorsi di italiano L2 in Italia e all’estero. In tali attività rientrano anche azioni che hanno come obiettivo la ricerca e raccolta dati entro contesti formativi (scuola primaria e secondaria) al fine di monitorare le competenze linguistiche della popolazione scolastica e favorire processi in grado di limitare il rischio di dispersione scolastica;

- attività di ricerca di impianto teorico e applicativo, in particolare per l’elaborazione, la raccolta e l’analisi di dati riguardanti la presenza, diffusione, vitalità, visibilità delle lingue immigrate nella scuola e nella società italiane. Tali attività hanno lo scopo di delineare nuovi contesti di contatto linguistico in Italia, soprattutto sotto la spinta dei processi di immigrazione straniera, per derivarne indicazioni finalizzate a adeguati quadri di intervento glottodidattico. Le tracce di lingue immigrate possono infatti essere identificate tenendo conto di vari fattori quali la localizzazione dei loro parlanti (aree di residenza, quartieri), la presenza dei figli nel sistema scolastico o degli adulti nel sistema formativo destinato a questo pubblico, la visibilità e l’uso in ambito sociale. Sono stati quindi sviluppati strumenti per individuare il grado di penetrazione delle lingue nel territorio in termini di presenza delle lingue, mantenimento delle lingue, visibilità / interazione / uso.

Nel’ambito delle proprie attività, nel corso degli anni, ha sviluppato rapporti internazionali sia ai fini della realizzazione di ricerche, sia in relazione alle peculiarità dell’Ateneo entro il quale opera, in particolare per quanto riguarda le relazioni con soggetti presenti all’estero impegnati nell’insegnamento dell’italiano (ministeri dell’educazione e università straniere, scuole italiane all’estero, strutture diplomatiche italiane all’estero, enti gestori, associazioni ecc.).

Dall'ottobre 2010 è Direttrice del Centro Linguistico CLUSS dell'Università per Stranieri di Siena

Dall'ottobre 2015 è Delegata alla Relazioni Internazionali dell'Università per Stranieri di Siena.