Consigliere del CUN
Foto: Prof. Fulvio Conti
Prof. Fulvio Conti
Consigliere
  • Data di nascita: 24/04/1961
  • Luogo di nascita: Pratovecchio (AR)
  • Luogo di residenza: Via della Colonna, 21 50121 Firenze
  • Università: Università degli Studi di Firenze
  • Indirizzo e recapiti: Via delle Pandette, 21 50127 Firenze; email: fulvio.conti@unifi.it
  • Qualifica: Professore ordinario

Biografia

 Fulvio Conti (1961), ricercatore universitario dal 1992, professore associato dal 2001, dal 2013 è professore ordinario di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università degli Studi di Firenze.

  • Insegna Storia contemporanea, Public History e Storia della comunicazione politica presso la Scuola di Scienze Politiche «Cesare Alfieri», di cui è presidente dall’aprile 2019.
  • Dal 2013 al 2019 ha presieduto il corso di laurea magistrale in Strategie della comunicazione pubblica e politica.
  • È stato membro della giunta del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e dal 2017 al 2020 membro della Commissione di indirizzo e di autovalutazione.
  • Dal 2019 è membro della Commissione Didattica dell’Ateneo di Firenze e rappresentante dell’Università di Firenze nella CISPOL (Conferenza Italiana di Scienze Politiche)
  • Dopo aver fatto parte del collegio dei docenti del Dottorato in XX secolo: politica, economia, istituzioni, è adesso membro del collegio dei docenti del Dottorato in Studi storici delle Università di Firenze e Siena.
  • Dal gennaio 2021 è consigliere del Consiglio Universitario Nazionale (CUN).
  • È stato borsista della Fondazione Luigi Einaudi di Torino, della Fondazione Spadolini - Nuova Antologia di Firenze e dell'European University Institute di Firenze.
  • Dal 1991 al 2004 ha insegnato Storia dell'Italia contemporanea presso lo Smith College Junior Year in Italy di Northampton (Massachusetts) e presso la sede italiana del Middlebury College (Vermont). È stato professeur invité a Parigi all'École Normale Supérieure (aprile-maggio 2011), all'École des Hautes Études en Sciences Sociales (marzo 2013) e all'Institut d'Études Politiques/Sciences Po (gennaio-aprile 2015); all’Università di Valenciennes (marzo 2018).
  • Ha tenuto lezioni e conferenze nelle Università di Barcellona, Besançon, Caen, Castellón de la Plana, Bruxelles (ULB), Clermont-Ferrand, Cracovia, Edimburgo, Grenoble, Halle, Heidelberg, Lisbona, Lione, New York (NYU), Nancy, Nizza (Sophia Antipolis), Parigi (EHESS, ENS, EPHE, Sorbonne, Sciences Po), Porto Alegre (PUCR), Rouen, Siviglia, Tokyo (Keizai, Sophia, Waseda), Valenciennes, Varsavia.
  • Dal 2013 è chercheur associé del Centre de la Méditerranée moderne et contemporaine dell'Université de Nice-Sophia Antipolis (http://sites.unice.fr/cmmc/). Dal 2015 è membre associé del Groupe Sociétés, Religions, Laicités, istituito dal CNRS (UMR 8582) in collaborazione con l'Ecole Pratique des Hautes Etudes (http://www.gsrl.cnrs.fr).
  • Collaboratore di numerose riviste storiche nazionali e internazionali, è condirettore di Memoria e Ricerca, rivista di storia contemporanea edita dal Mulino, e membro del comitato di direzione delle riviste Archivio storico italianoRassegna storica toscanaAnnali di storia di FirenzeStoria localeStudi tanatologici.
  • È membro dell’Italian Scientists Association, della Società italiana per lo studio della storia contemporanea (Sissco), dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano e della Deputazione toscana di storia patria. È membro inoltre dei consigli direttivi della Società toscana per la storia del Risorgimento e del Centro interuniversitario per la storia delle città toscane. Dal 2006 al 2011 ha fatto parte del comitato di redazione del Dizionario biografico degli Italiani, di cui dal 2012 è divenuto consulente scientifico.
  • Dirige la Collection Franc-Maçonneries dell'editore Classiques Garnier di Parigi (insieme a Pierre-Yves Beaurepaire) e la collana di storia contemporanea Le ragioni di Clio dell'editore Pacini di Pisa (insieme a Massimo Baioni). È membro del comitato scientifico delle collane Italipolis pubblicata dall’editore Wydawnictwo DiG (Varsavia); Società e politica nel mondo globale pubblicata dal Mulino; Quaderni «Cesare Alfieri» pubblicata da Firenze University Press.
  • Dal 2011 al 2017 è stato presidente dell'Associazione Alumni «Cesare Alfieri» e dal 2015 al 2018 presidente dell'Associazione Amici di Memoria e Ricerca.