Notizia

Mozione di condanna dell'azione militare nel nord della Siria

Negli ultimi anni le regioni del Kurdistan siriano sono state sconvolte da una guerra brutale, anni durante i quali i colleghi curdi hanno continuato, per quanto possibile, a impegnarsi per la scienza, la conoscenza e la pace. Oggi, di fronte all’offensiva militare, denunciano l’impossibilità di continuare la loro attività e la minaccia ai valori e alla neutralità che devono contraddistinguere l’attività di scuole e università.

Il CUN fa proprio l’appello del mondo universitario curdo affinché sia immediatamente interrotta ogni azione militare e si pervenga al ristabilimento della pace. Auspica inoltre che il MIUR e gli Atenei italiani attivino ogni possibile azione di promozione e facilitazione nei confronti del personale docente/ricercatore e degli studenti curdi e turchi che si trovano sotto la minaccia delle autorità turche a causa dell’invasione del Nord della Siria o della soppressione della libertà di dissenso, di ricerca e di insegnamento nel territorio turco.


Allegati


<< Torna alla homepage