Archivio Newsletter

Il CUN informa

Newsletter del 17 dicembre 2018

Adunanza del 4, 5 e 6 dicembre 2018

 

PROPOSTE NUOVE CLASSI DI LAUREA 

Considerando l’evoluzione delle conoscenze e le trasformazioni che stanno interessando la cultura, la società e il mondo del lavoro, il CUN ha approvato le proposte di nove classi di laurea: quattro a orientamento professionale, una triennale e quattro magistrali, tutte connotate da elevata interdisciplinarità. Tali proposte costituiscono l’esito di un’ampia fase di consultazione, iniziata a giugno e luglio 2018 con le audizioni di esponenti rappresentativi dell’accademia, della ricerca, della società e del mondo delle professioni, e terminata in occasione della presentazione pubblica delle proposte il 6 novembre scorso, presso l’Università degli Studi di Torino.
Quanto alla istituzione di una classe di laurea magistrale in “Gestione e valorizzazione del patrimonio culturale”, in seguito alle interlocuzioni promosse, il CUN ha constatato la mancanza nelle comunità scientifiche e negli esponenti delle professioni interessate di un orientamento univoco. Ritenendo necessario tener conto delle osservazioni pervenute, il CUN tornerà ad analizzare il tema anche nel contesto di un ripensamento dell’intero percorso formativo dedicato al patrimonio culturale.
Nei prossimi mesi, al fine di rendere sempre più competitivo il sistema italiano della formazione superiore universitaria, il CUN provvederà inoltre alla manutenzione-revisione delle classi di laurea esistenti. A questi interventi di manutenzione saranno altresì̀ affidate le risposte alle nuove esigenze formative che in un primo tempo si era ritenuto di soddisfare tramite l’istituzione di nuove classi in “Ingegneria meccatronica” e in “Prevenzione dei rischi naturali e antropici”.

 

OBBLIGATORIETÀ DI ISCRIZIONE ALL’ALBO DEI CHIMICI E DEI FISICI PER I PROFESSORI E I RICERCATORI 

La Direzione Generale per lo Studente, lo Sviluppo e l’Internazionalizzazione della Formazione Superiore ha inviato con urgenza al CUN un “Interpello sull’iscrizione all’Albo dei Chimici e dei Fisici”. A seguito di tale richiesta, il CUN ha formulato un primo parere, secondo il quale professori e ricercatori universitari sia a tempo pieno che definito non possono ritenersi soggetti ad alcun obbligo di iscrizione a ordini per lo svolgimento di attività didattiche e di ricerca, nonché di ogni altra attività intellettuale che non abbia carattere professionale.

Il testo del parere.

 

 ACCESSO AI CONCORSI PER RTD-B

In considerazione dell’imminente scadenza del nono anno (cfr. L. 240/2010, art. 22 c. 9 e art. 24 c. 7) oltre il quale gli attuali colleghi precari, molti dei quali in possesso dell’Abilitazione Scientifica Nazionale, non potranno più partecipare ad un concorso RTD-b e del numero esiguo di concorsi banditi (in totale 2879, dal 2011 a oggi), il CUN ha approvato una mozione con la quale si chiede che, esclusivamente per l’accesso ai concorsi di RTD-b, sia permessa la partecipazione al concorso e la fruizione del contratto a tutti coloro che non abbiano superato i dodici anni di assegni e/o contratti previsti dall’art. 24 della suddetta Legge.

 

CARRIERE ALIAS

In considerazione sia dell’elevato livello di drop-out accademico tra le persone transessuali e dei pregiudizi e discriminazioni delle quali queste sono spesso vittime; sia della comprovata efficacia di strumenti quali quelli della carriera ALIAS nella riduzione di tali fenomeni, la Presidente del CUN, Prof.ssa Carla Barbati, a nome di tutto il Consiglio ha inviato una lettera al Presidente della CRUI, Prof. Gaetano Manfredi, nella quale si richiama l’attenzione verso alcuni interventi volti al superamento delle difficoltà segnalate al CUN nella gestione delle procedure relative a tale carriera.

 

PROSSIMA ADUNANZA: 18, 19 e 20 dicembre 2018.

 

“InformaCUN” – Resoconti delle sedute: www.cun.it/comunicazione/informacun/

Twitter: @ConsUnivNaz